BAMBINI SENZA SORRISO: LA LABIOPALATOSCHISI

I bambini affetti da labiopalatoschisi spesso necessitano di un supporto psicologico specifico perché possono manifestare difficoltà di adattamento conseguenti alla difficoltà nell’accettare il proprio aspetto fisico e le proprie difficoltà nell’espressione del linguaggio. Inoltre questi bambini nel loro percorso evolutivo possono andare incontro a difficoltà di inserimento con il gruppo dei pari, problemi emotivo-relazionali, di accettazione, autostima e bassa tolleranza alla frustrazione.

I bambini con labiopalatoschisi si trovano sotto stress in quanto devono affrontare un lungo percorso di cure e operazioni complesso e possono manifestare ansie e paure che devono trovare un momento di espressione, di ascolto e di comprensione.

Per i genitori scoprire che il proprio figlio è affetto da labiopalatoschisi è un evento traumatico ed include manifestazioni psicologiche quali negazione, senso di colpa, lutto e depressione. I genitori frequentemente vanno da un dottore all’altro, cercando una dichiarazione che possa permettere loro di escludere il problema del figlio. 

Un supporto psicologico adeguato può aiutare questi bambini ad avere più fiducia in se stessi e a superare eventuali prese in giro dal gruppo dei pari. Il bambino può essere aiutato a trovare delle risposte e delle modalità adattive per far fronte alla propria situazione e ai momenti di difficoltà, per poter crescere in modo sereno e per ritrovare il sorriso!

Dunque l'intervento psicologico è mirato a far acquisire al bambino una maggior consapevolezza, ad esprimere e gestire le proprie emozioni. Inoltre diventa importante implementare i livelli di autostima e autoefficacia del bambino, rafforzare la tolleranza alle frustrazione, potenziare le abilità comunicative e relazionali.

 

Inoltre la coppia genitoriale può essere aiutata ad elaborare lo shock iniziale, la rabbia, il senso di colpa e di impotenza che tale diagnosi può far esperire.

Informazioni aggiuntive